HOME
SCUOLA
TEORIA
DIDATTICA
MODULISTICA
CONTATTI
NEWS
RICONOSCIMENTI
COSTI
CESIPc Scuola di Psicoterapia Costruttivista Padova | Scuola | psicoterapia,scuola,psicoterapeuta,specializzazione,psicologo,psichiatra,psicologia,psichiatria,Kelly,Chiari,Ortu,Armezzani,abilitazione,tirocinio,formazione,allievi,riconoscimento,corso,diploma,supervisione,diagnostica,psicopatologia,paziente,epistemologia,didatta,assessment,relazione,terapia,Bannister,Maturana,Piaget,Gergen,Bowlby,Bruner,costruzione,costrutto,sistema,diagnosi,alternativismo,comprensione,accettazione,costruttivismo,ermeneutica,fenomenologia,costruzionismo,relazione,soggettività,teoria,Padova,MIUR,seminario,insegnamenti,analisi,Borromeo,padovacesipc,cesipc,direttore,referente,scientifico,scienza,cognitivo,cognitivismo,SITCC,AIPPC,FIAP,EABCT,Veneto,ordine,albo,medici,abilitazione,iscrizione,
Scuola

 

Il costruttivismo è un modo di pensare e di conoscere, è uno sguardo sul mondo, aperto e ospitale verso le differenti visioni.

Partiamo dal presupposto che non ci sia un’unica realtà, separata da chi ne fa esperienza, ma molteplici costruzioni e narrative, legittime nella loro diversità e suscettibili di continue revisioni.

Ci piace pensare alle persone, clienti e terapeuti, come soggetti impegnati a sperimentarsi, ad aprire nuove strade, proiettati nel futuro come forme in movimento, con pari dignità epistemica.

Guardiamo ai nostri pazienti come vorremmo essere considerati noi stessi attraverso una teoria autoriflessiva che si accosta ai processi dei clienti negli stessi termini con cui spiega i processi dei terapeuti: come elaborazioni di significato di soggettività, esperte di se stesse, che danno senso al mondo cercando di giocare ruoli significativi nelle relazioni.

Ci sentiamo a disagio nelle psicologie che rendono le persone oggetti passivi e inconsapevoli di studio, indagati e manipolati da terapeuti che hanno un protocollo a priori correttivo per ogni categorizzazione diagnostica.

Non ci appartiene, ma troviamo comprensibile il bisogno di sentirsi rassicurati da modelli terapeutici basati sul controllo pedagogico e sulle certezze.

Se credi che si possa “convincere” o controllare qualcuno nelle sue scelte e nei suoi cambiamenti, se credi alle tipizzazioni o alle tipologie e ritieni che questo potrebbe farti sentire un professionista forte e sicuro, non c’è niente di male, semplicemente questa potrebbe non essere la scuola che fa per te.

Perché crediamo nell’irriducibile unicità di ogni relazione, perché tendiamo a elogiare il dubbio più che la certezza, perché preferiamo domande creative piuttosto che risposte definitive.

I nostri stessi strumenti di assessment, l’autocaratterizzazione e le griglie di repertorio per citare i più noti, nascono in questo clima collaborativo: non servono a dare informazioni al terapeuta, senza che il cliente capisca cosa c’è dietro la consegna, ma diventano strumenti di elaborazione proprio per e con il cliente.

Gli studi sull’efficacia delle varie psicoterapie da sempre mettono in luce come l’unico vero fattore di cambiamento sia la qualità della relazione terapeutica.

In questa scuola tutta la formazione dei quattro anni è fondata sull’analisi delle relazioni e sul ruolo di due soggettività, quella del cliente e quella del terapeuta.

La didattica è costruttivista: i docenti non si limitano a trasmettere informazioni in lezioni frontali, ma favoriscono esperienze per permettere agli allievi di co-costruire la loro formazione e di inventare un loro personale stile di apprendimento e di costruzione del loro ruolo professionale.

Il corso ha durata quadriennale e prepara all'esercizio della professione negli ambiti della psicoterapia, individuale e di coppia, che può essere applicata anche all'infanzia e ai gruppi. 

Sede

La Scuola è a Padova in via Chiesanuova, 242/2  davanti al centro commerciale Brentelle.
Si raggiunge in 20 minuti dalla Stazione dei treni con l'autobus 10 che ferma molto vicino. All'interno del cortile della Scuola c'è il parcheggio. In auto dalla tangenziale prendere l'uscita verso Vicenza.

 

Aule

Le aule sono dotate di aria condizionata e strumenti audio-visivi.

 

 

 

Orari

Le 360 ore di attività didattiche in aula (escluse le 140 ore di tirocinio e le 20 ore di analisi personale individuale) si svolgono in 12 fine settimana, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, ripartiti in 11 mesi l'anno.
 

Frequenza ed esami

L'ammissione agli esami, al termine di ciascun anno di corso, è consentita a coloro che abbiano frequentato almeno l'80% delle ore di formazione e che abbiano effettuato integralmente il tirocinio previsto.
 
La valutazione complessiva di idoneità per il passaggio al successivo anno di corso è basata sul raggiungimento degli obiettivi sottospecificati relativi al sapere, saper fare e saper essere.
Al termine dei primi tre anni:

  • le acquisizioni in termini di "sapere" verranno valutate mediante prove orali e/o scritte relative agli insegnamenti teorici svolti durante ciascun anno di corso e ai presupposti teorico-epistemologici e metodologici dell'approccio costruttivista;
  • le acquisizioni relative al  "sapere fare" verranno valutate rispetto alla capacità dell'allievo di adottare le modalità di conduzione del processo terapeutico tipiche dell'approccio, mostrate durante le esercitazioni pratiche svolte nel corso dell'anno nel gruppo di formazione (in particolare per il primo e secondo anno) e durante la supervisione dei casi clinici trattati in psicoterapia (in particolare per il terzo anno);
  • il "sapere essere" sarà valutato relativamente alle capacità di gestione della relazione terapeutica e alla consapevolezza del proprio ruolo, delle proprie capacità e dei propri limiti.
 
La valutazione di idoneità per il passaggio al successivo anno di corso viene formulata dai didatti responsabili della formazione pratica di ciascun corso, con l'ausilio del co-didatta, in relazione ai risultati della prova di fine anno e ai giudizi su ciascun allievo annotati durante l'anno in apposito registro.
 

Tirocinio pratico-clinico

Il regolamento del MIUR prevede che per ogni anno di formazione l'allievo debba svolgere un tirocinio pratico-clinico “per confrontare la specificità del proprio modello di formazione con la domanda articolata dell’utenza ed acquisire esperienza di diagnostica clinica e di intervento in situazioni di emergenza” (DM 11 dicembre 1998 n° 509 art.8 comma 2).
La proposta formativa della nostra Scuola ha previsto 140 ore di tirocinio all'anno (in tutto 560 ore nei quattro anni di corso).
Per facilitare gli allievi a integrare le esperienze del tirocinio con il modello formativo scelto, una parte delle esercitazioni è dedicata all'analisi delle situazioni cliniche che gli allievi affrontano nel ruolo di tirocinanti.
La Scuola è convenzionata con strutture pubbliche e private accreditate, ed è disponibile a stipulare nuove convenzioni per permettere agli allievi di svolgere il tirocinio nella sede più vicina alla loro residenza.
 

Diploma finale

Successivamente al termine del quarto anno di corso e del periodo di supervisione, l'allievo può sostenere l'esame finale per l'acquisizione della specializzazione. Tale esame consiste:
  1. nella discussione di una relazione scritta sui due casi clinici trattati in psicoterapia, e
  2. nella discussione di una breve tesi teorica su un argomento concordato con uno dei docenti del corso.
Per la conclusione del periodo di supervisione è necessario che l'attività svolta dall'allievo nelle due psicoterapie da lui condotte evidenzi in modo chiaro le sue acquisizioni in termini di "sapere", "saper fare" e "saper essere", e in particolare le sue capacità di promuovere un processo di cambiamento, nella consapevolezza degli effetti e dei limiti delle proprie azioni professionali.

La Commissione Esaminatrice è composta da cinque membri: un supervisore del candidato, due membri del Consiglio dei Docenti, e due membri esterni (Didatti SITCC o AIPPC).
 
La valutazione finale viene espressa in cinquantesimi e l'acquisizione del titolo è subordinata ad un punteggio non inferiore a 30/50.
 
Il diploma della Scuola è abilitante all'esercizio dell'attività psicoterapeutica (ai sensi dell’art.3 della legge 56/89) ed equipollente ai diplomi di Specializzazione universitaria.
 

Costi

Corso di Specializzazione riconosciuto dal MIUR (2000 ore): 4.500,00 euro l'anno


Corso di Formazione (1100 ore) per psichiatri e specializzandi: 2.500,00 euro l'anno


I costi, esenti da I.V.A. e frazionati in 5 rate annuali, comprendono TUTTE le attività formative indicate, il materiale didattico, le tasse degli esami annuali e le supervisioni dei casi clinici, ad eccezione delle 20 ore di analisi personale individuale, il cui prezzo varia a seconda del terapeuta scelto.
 
Diversamente da altre Scuole, i corsi attivi presso la sede di Padova del CESIPc non ammettono più di 15 persone, allo scopo di garantire un maggiore spazio formativo a ogni singolo allievo.